farmaci contro il dolore articolare nel cane

Il dolore articolare da osteoartrosi è un vero disagio per l’animale che deve essere trattato con farmaci adeguati. In questo articolo vediamo quali armi terapeutiche si possono utilizzare in questo ambito.

Cos’è l’osteoartrosi

L’osteoartrosi è una malattia articolare cronica caratterizzata da:

  • perdita della cartilagine articolare
  • ispessimento della capsula articolare
  • nuova formazione ossea attorno all’articolazione (osteofitosi)

E’ una patologia dolorosa e porta disfunzione degli arti.

La maggior parte dei casi di osteoartrosi nel cane si verifica secondariamente alla malattia ortopedica dello sviluppo, come la displasia dell’anca, la displasia del gomito e la lussazione della rotula. Oppure ad un trauma come la rottura del legamento crociato.

In un piccolo sottogruppo di cani, l’ osteoartrosi si verifica senza cause primarie evidenti e può essere correlata alla genetica e all’età.

Altri fattori che contribuiscono all’OA includono:

  • aumento di peso corporeo
  • obesità
  • sesso, di solito i soggetti maschi sono più colpiti delle femmine
  • esercizio fisico inadeguato
  • dieta inappropriata

Dolore articolare del cane con osteoartrosi: da cosa è dovuto?

Il dolore da artrosi è il risultato di una complessa interazione tra:

  • variazioni strutturali
  • alterazioni biochimiche
  • meccanismi periferici e centrali di trasmissione del dolore
  • rielaborazione cognitiva dei processi nocicettivi ?? a chi parli? vet o proprietario?? occhio…

Questo significa che, sebbene la cartilagine e i tessuti sinoviali non siano innervati e quindi la loro stimolazione non induca dolore, all’interno dell’articolazione l’origine del dolore arriva da diverse fonti:

  • stimolazione, da parte di sostanze prodotte durante il processo infiammatorio, di osso e capsula articolare
  • stimolazione fisica e meccanica della capsula articolare che viene stirata per la presenza di versamento articolare che “spinge” dall’interno o per anomalie dell’articolazione stessa
  • stimolazione dell’osso per un anormale carico del peso sulle articolazioni
  • stimolazione fisica di muscoli, tendini e legamenti con conseguenti contratture e infiammazione di queste strutture

Esistono diversi sistemi e scale di valutazione del dolore che possono essere utilizzate prima e in corso di trattamento farmacologico e non per valutare la buona riuscita del piano terapeutico e il raggiungimento di una buona qualità di vita del paziente con artrosi.

Uno dei problemi più importanti nella gestione di un cane artrosico è il saper riconoscere quando questo è sofferente

I cani comunicano diversamente dall’essere umano e anche quando si tratta di dolore esternano le loro sensazioni alle volte in maniera poco evidente o addirittura in modo completamente fuori dai nostri comuni schemi mentali.

Se vuoi imparare a riconoscere i segnali di dolore nel tuo cane leggi il mio articolo a proposito.

 

 

DOLORE ARTROSI CANE

Farmaci ad uso veterinario contro il dolore in caso di artrite del cane

FANS – antinfiammatori non steroidei

In virtù delle loro proprietà antinfiammatorie, analgesiche e antipiretiche i FANS sono la colonna portante della terapia del dolore artrosico.
Come tutti i farmaci posso causare reazioni avverse come sintomi gastroenterici quali vomito e diarrea.

Se utilizzati in pazienti anziani andranno sempre monitorati i valori del sangue corrispondenti alla funzionalità epatica e renale, e sarà necessario utilizzare la dose minima efficace di farmaco.

Un protocollo terapeutico multimodale prevede l’utilizzo di farmaci associati ad altre terapie collaterali, alternative e complementari, proprio per raggiungere il fine ultimo di utilizzare la quantità minima efficace di FANS.

Come utilizzare gli antinfiammatori: precauzioni d’uso

Ecco una piccola guida su come somministrare la terapia antinfiammatoria

  1. Utilizza questa tipologia di farmaci solamente sotto la guida del tuo veterinario.
  2. Non utilizzare farmaci creati per gli esseri umani in quanto possono essere fatali per i cani.
  3. Segui le istruzioni sulla prescrizione medica per quanto riguarda il dosaggio e informa sempre il tuo veterinario nel caso il tuo cane assuma altri farmaci.  Un recente studio su 29 gravi effetti collaterali osservati nei cani ha mostrato che la maggior parte era dovuta a un dosaggio inappropriato o alla combinazione di farmaci inadatti.
  4. Segui i consigli su come somministrarlo, ad esempio con il cibo o lontano dai pasti.
  5. Non somministrare la dose se il tuo cane si comporta in modo strano, è riluttante a mangiare, ha vomitato o ha la diarrea. Contatta il tuo veterinario per discutere questi sintomi.
  6. Tieni un diario dove potrai registrare il livello dello stato di dolore e pianifica con il veterinario numerosi controlli. Somministrare 1 volta o solo pochi giorni un FANS non sarà efficace nel controllare il dolore cronico.
  7. Un FANS può venire prescritto con un dosaggio a lungo termine. Osserva sempre gli indicatori del dolore cronico del tuo cane e riportali sul diario. In questo modo il tuo veterinario sarà in grado di ridurre la dose giornaliera di FANS a quella minima efficace.
  8. I FANS si sono dimostrati più efficaci e sicuri per il dolore cronico se somministrati regolarmente come prescritto, tuttavia possono essere interrotti e ricominciati. Quindi, se lo stato di dolore e la mobilità del tuo cane sono migliorati in modo significativo e il tuo veterinario ha deciso di ridurre la dose senza peggioramenti dello stato di dolore, potrà capitare che decida anche di sospenderlo. Non temere, è possibile riprendere la somministrazione in caso di bisogno.
  9. La risposta di un cane a un FANS è soggettiva. Se il tuo cane ha bisogno di un supporto antinfiammatorio, ma ha reagito negativamente a un FANS, non significa che non possa essere trattato efficacemente con un altra tipologia di antinfiammatorio.
  10. Fai eseguire regolarmente prelievi di sangue in accordo con il tuo medico curante, per assicurarti che non si siano sviluppate altre condizioni concomitanti.

Atri farmaci

Altre opzioni farmacologiche disponibili sono l’Amantadina e la Gabapentina.

Questi due farmaci possono essere inserite nel protocollo terapeutico di un cane artrosico per gestire i cosiddetti flare-up, cioè dei periodi in cui il dolore cronico causato dall’artrosi si riacutizza provocando dolore penetrante (breakthrough pain).

Nessuno dovrebbe vivere con il dolore, compresi i nostri amici pelosi. Il dolore abbassa la qualità e la durata della vita, provoca ansia, depressione e il rilascio di ormoni dello stress che devastano il corpo.

Se viene rilevato uno stato di dolore, da te o dal tuo veterinario, il tuo cane dovrebbe essere sottoposto a una qualche forma di controllo del dolore e, se possibile, a un regime di trattamento progettato per eliminare la causa a monte di questa condizione dolorosa.

Bene, per oggi è tutto.

Se hai bisogno di parlarci del tuo caso, contattaci, saremo liete di aiutarti.