CBD, MARIJUANA, CANNABIS...che confusione!

Che cos’è la Cannabis?

E’ una pianta, detta anche canapa, che contiene un elevato livello di cannabinoidi, sostanze chimiche naturali dai molteplici effetti.

Si conoscono più di 70 tipi di cannabinoidi naturali ma i più famosi sono il CBD (cannabidiolo) e il THC (tetra-idrocannabidiolo) che si differenziano per il loro effetto sull’organismo. 

Il quantitativo di cannabinoidi e le percentuali di CBD e THC variano a seconda della specie e varietà di Cannabis che si andrà a selezionare.

Il THC è considerato un cannabinoide psicoattivo, ha quindi tutti quegli effetti sul sistema nervoso centrale ricercati da chi fuma cannabis a scopo “ludico”.
Il CBD invece ha blandi effetti psicoattivi, ma gioca un ruolo di primaria importanza nel trattamento dell’infiammazione e del dolore.
Nell’industria della Cannabis terapeutica si ricerca quindi una materia prima povera di THC e con un elevato contenuto di CBD.

Come agiscono i cannabinoidi sull’organismo

Gli endocannabinoidi sono naturalmente prodotti dall’organismo e interagiscono con alcuni recettori al fine di regolare il sonno, l’appetito, l’umore, il dolore e la memoria.
I cannabinoidi derivati dalla Cannabis sfruttano gli stessi recettori del sistema endocannabinoide mimando l’attività delle sostanze prodotte dal corpo stesso.
Dove si possono trovare questi recettori? Il più diffuso, CB1, si trova nel sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale), nel fegato, nel grasso e nel sistema muscolo scheletrico, il CB2 invece è localizzato nelle cellule del sistema immunitario, ma anche in fegato, reni e pelle
Il cane è tra gli animali con una maggior concentrazione di recettori per i cannabinoidi nel cervello, per questo motivo è particolarmente sensibile agli effetti psicoattivi di queste sostanze.
Da questa breve descrizione potrai ben comprendere quanto i cannabinoidi siano un valido aiuto nel trattamento di svariate patologie.

Cosa trattiamo con i cannabinoidi?

Le possibili applicazioni in medicina veterinaria sono:
dolore
infiammazione
alterazioni comportamentali (demenza senile, aggressività)
epilessia
disturbi del sonno e ansia
cancro
disturbi gastro-intestinali (nausea, vomito)
diabete e obesità
Sebbene siano ormai evidenti i benefici che i cannabinoidi potrebbero apportare al tuo pet, mancano ancora trial clinici effettuati sui cani in larga scala per comprendere al meglio l’efficacia dei singoli cannabinoidi, il potenziale effetto se usati in associazione tra di loro e gli eventuali effetti collaterali ed interazioni con altri farmaci.

 

 cbd marjuana cane dolore

 

 

Bibliografia

- L. Landa, A. Sulcova, P. Gbelec: The use of cannabinoids in animals and therapeutic implications for veterinary medicine: a review - Veterinarni Medicina, 61, 2016 (3): 111-122.
- Valastro, Campanile, Marinaro, Franchini, Piscitelli, Verde, Di Marzo, Di Bello: Characterization of endocannabinoids and related acylethanolamides in the synovial fluid of dogs with osteoarthritis: a pilot study - Vet Res. 2017 Nov 6;13(1):309.
- Robert J. Silver - Medical Marijuana and your pet, The definitive guide.
- Rotolo MC, Graziano S, Pellegrini M, Corlazzoli D, Antinori L, Porcarelli L, Pichini S.: Simple and Fast Gas-chromatography Mass Spectrometry Assay to Assess Delta 9-Tetrahydrocannabinol and Cannabidiol in Dogs Treated with Medical Cannabis for Canine Epilepsy - Curr Pharm Biotechnol. 2017;18(10):821-827.

Dove siamo

Via Garibaldi 222/1
Gallo d'Alba - Cn - 12060

Animal Wellness - Centro fisioterapico veterinario - Gallo d'Alba - Cn - P.I. 09092420018
© All Rights Reserved - Privacy policy - Cookie policy